Archivi tag: Onara

LA GRANDE RINASCITA DI ONARA Ci sono giorni in cui il tempo va fermato, perché i fatti lo impongono e perché bisogna cogliere sfumature, essenze, messaggi e percezioni. Come accaduto alla Palude di Onara. Sì perché quanto vissuto il 5-6 ottobre attorno alla chiesetta di Santa Margherita, nel parco dove un tempo c’era il castello, è stato qualcosa di unico. Quasi duecento rievocatori nel luogo dove tutto ebbe inizio: la dinastia degli Ezzelini. Qui, per mano dell’imperatore del Sacro Romano Impero, Corrado II, nel 1036 Ecelo divenne feudatario di Onara. Mercanti, armigeri, arcieri, cavalieri, nobili, popolani e bambini armati di giochi hanno così animato la suggestiva località nel ricordo di Ezzelino, rievocandone l’infeudamento con un emozionante e suggestivo spettacolo storico teatrale inscenato nelle tenebre del sabato sera, tra fuochi, scintille e fantasmi del passato. Tutto questo sotto gli occhi entusiastici degli assessori di Tombolo, Vanda Marchetti per la Cultura ed eventi e Lino Andretta per l’ambiente. Visibilmente soddisfatto il presidente del Comitato Parco Palude di Onara, Carlo Zanella, come il direttore artistico dell’evento, Mauro Guidolin e tutto lo staff di Terre Ezzeline. Vale a dire la rete delle manifestazioni venete che assieme ad Onara hanno per minimo comune denominatore la dinastia ezzelina: Palio di Romano d’Ezzelino, Academia Sodalitas Ecelinorum di San Zenone degli Ezzelini, L’Arme, le Dame e i Cavalieri di Cittadella, Palio di Noale, Este Medievale e l’Associazione Per la Storia. Oltre a questi, l’evento ha goduto della collaborazione degli Arieti di Ventura, la Compagnia del Boccale e del CERS. Gli organizzatori sono concordi nel definire “grande” l’avvenuta rinascita medievale di Onara, aggettivo peraltro utilizzato dal sommo poeta nel Cielo di Venere del Paradiso per esaltare le imprese della dinastia ezzelina (la facella che fece alla contrada il grande assalto). Allo stesso modo Terre Ezzeline riconosce l’enorme potenzialità del luogo simbolo di primogenitura storica, auspicando un futuro condiviso con enti e comunità per fare della Palude il Castello della storia ezzelina. Il weekend non ha visto una grande affluenza di pubblico, ma si sa, all’inizio è sempre così. Lo è stato per gli ezzelini, che quella volta Corrado II mica s’immaginava che i discendenti di Ecelo facessero tutto quel finimondo e s’inventassero pure la protosignoria, lo è stato per loro, lo sarà per Onara rinata medievale oggi. GRAZIE A TUTTI! FOTO Devis www.paliodiromano.it www.estemedievale.it www.palionoale.it www.academiasanzenone.com www.armedamecavalieri.it www.parcopaludeonara.it © Terre Ezzeline